Inclusività

Occorre sviluppare una didattica attenta ai bisogni di ciascuno nel realizzare gli obiettivi comuni.
Nota MIUR del 27 giugno 2013

Oggi le disposizioni legislative ci conducono, in linea con la Costituzione, non solo all’obiettivo di  promuovere e di mettere in atto strategie per l’integrazione degli alunni diversamente abili, ma anche di porre attenzione all’inclusione nei confronti dei BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI che gli alunni possono, in modo permanente o temporaneo, presentare.
A partire dal POF - Piano dell’offerta formativa- la scuola deve pensare e predisporre un piano annuale di inclusione che preveda sostegni e ausili necessari per rispondere alle differenti esigenze degli allievi.
Il Piano Annuale per l’Inclusività (PAI o Piano delle Attività Inclusive) viene predisposto dallle referenti del Gruppo di Lavoro per l’Inclusione (GLI) e approvato dal Collegio dei Docenti.
Ha l’obiettivo di individuare i punti di forza e di debolezza delle attività inclusive svolte dalla scuola e deve quindi predisporre un piano delle risorse da offrire (e richiedere) a soggetti pubblici e del privato sociale, per impostare, in vista dell’anno scolastico successivo, una migliore accoglienza degli alunni con BES. Il PAI è quindi parte integrante del Piano dell’Offerta Formativa (POF).
Per leggere i documenti clicca nei link sotto indicati

La scuola di tutti e di ciascuno

Quadis (autovalutazione)

Piano Annuale di Inclusività

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che … impediscono il pieno sviluppo della persona umana.
Costituzione della repubblica italiana, art. 3, comma 2

 

 

 

Decreto di costituzione del GLI - Gruppo di lavoro per l' inclusione: Decreto GLI